:: NO_WAR_IN_IRAQ ::

GUERRA A BAGDAD_ favorevoli e contrari si fanno guerra sul Web. E voi? Come la pensate?
:: welcome to NO_WAR_IN_IRAQ Black :: bloghome | SCRIVI |
LASCIA UN COMMENTO ::
Blog segnalato da IlMessaggero
[::..archive..::]
[::..LINK..::]
:: Webcam su Bagdad[>]
:: inVisibile [>]
:: Giornalarisinasce [>]
:: GaffedisOnorevoli[>]
:: GuerraDimenticata[>]
:: Diario da Kabul [>]
:: Chatmania [>]
:: la Tribu' [>]
:: Dietro il Tg [>]
:: CnnItalia [>]
:: Aljazira [>]
:: Asharqalawsat [>]
:: IslamWeb [>]
:: laRepubblica.it [>]
:: NandoTimes [>]
:: Janes.com [>]
:: WorldNews [>]
:: WarNews [>]
:: Emergency [>]
::TACCUINO
20 MARZO
Alle 3,40 ora locale iniziano i bombardamenti su Baghdad
Cronologia degli eventi
I discorsi di Bush e Saddam
27 GENNAIO
Il capo ispettore Hans Blix presenta all'Onu il suo rapporto
29 GENNAIO
Il Consiglio di Sicurezza Onu discute il rapporto Hans Blix
31 GENNAIO
Blair incontra Bush a Camp David per colloqui sull'Iraq
IN PILLOLE
La risoluzione 1441 approvata dall'Onu il 4/11/02 sottolinea che l'Iraq e' e rimane in ''violazione materiale'' degli obblighi imposti dalle precedenti risoluzioni e offre a Bagdad l'ultima opportunita'

Sara' considerata un'ulteriore violazione qualsiasi inteferenza nelle ispezioni, ma anche qualsiasi falsita' od omissione contenuta nel rapporto iracheno consegnato il 7 dicembre
CHI E'HANS BLIX: L'UOMO CHE HA LE CHIAVI DELLA GUERRA
Uno dei due capi ispettori. Svedese, avvocato, tre lauree in diritto internazionale conseguite in tre nazioni (Szevia, Usa e Inghilterra), lavora nella diplomazia svedese e internazionale dal 1963. Leggi [>]
MAPPA
La mappa interattiva del conflitto [>]
DAL SATELLITE
Bagdad in diretta dallo spazio[>]
IL TESTO DELLA RISOLUZIONE ONU 1441
Venerdi' 8 novembre 2002, intorno alle 10.00 ora di New York, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all'unanimita' la risoluzione 1441 (2002) che impone all'Iraq le nuove condizioni per la ripresa delle ispezioni sui suoi armamenti di distruzione di massa.
Leggi IL TESTO[>]

:: Tuesday, August 19, 2003 ::

IRAQ/ATTENTATO ALLA SEDE ONU A BAGHDAD



Sono almeno 15 i morti dell'attentato perpetrato oggi a Baghdad contro il quartier generale dell'Onu. Piu' di 40 i feriti.

I soccorritori stanno scavando tra le macerie del Canal Hotel, sede dell'Onu, nel tentativo di estrarre i corpi di decine e decine di dipendenti Onu rimasti intrappolati sotto le macerie.

Il crollo di un'ala dell'edificio è stata causata da un camion bomba che si è schiantato contro l'hotel alle ore 16.40 locali, le 14.40 in Italia.

L'obiettivo degli attentatori era probabilmente l'inviato dell'Onu in Iraq, Sergio Vieira de Mello, rimasto ferito insieme a Benon Sevan, il responsabile del programma 'oil for food', che sta presenziando a una conferenza stampa.

Al momento non si hanno notizie di italiani rimasti coinvolti nell'attentato al quartier generale dell'Onu di Baghdad.



:: laura 9:00 AM [+] ::
...
DA BAGHDAD PINO SCACCIA >>

Ci hanno sparato addosso!Per ucciderci

Qui li chiamano ali baba, i ladroni. Rapinano sulle strade, le lunghe strade, tutte diritte che attraversano l’Iraq. La tecnica e’ sempre la stessa. Sparano alle gomme delle auto per farle fermare, poi la rapina. Due giorni fa e’ successo a Bassora ai giornalisti del Washigton post, la settimana scorsa a una troupe inglese a Ramadi. Oggi, due ore fa, e’ successo a noi. Tornavamo da Nassiryia. Un lungo viaggio. Quasi a ridosso di Baghdad, mancavano meno di 40 kilometri, l’agguato. Il posto si chiama al Hafria. Un pick-up ci taglia la strada, il nostro autista non si ferma, tirano su le armi. Colpiscono la gomma davanti ma Mahdi, l’autista non si ferma ancora. Allora ci affiancano: sparano ancora ripetutamente, con due kalashnikov e una pistola. Ormai sparano ad altezza d’uomo, riusciamo comunque a fuggire, ci infiliamo in un cantiere in mezzo alla gente. Siamo in cinque. Chi vi scrive e i compagni di viaggio della Rai in questa trasferta irakena: Norberto Sanna e Silvio Baglivo, piu’ Mahdi e il producer, Aluai. Sull’auto i segni pesanti dell’agguato. Il vetro frantumato dalle raffiche, almeno quattro pallottole sono entrate dentro, una ha colpito la gamba di Mahdi. Appena arrivati a Baghdad lo portiamo al campo della croce rossa italiana. Lo affidiamo a loro. Non e’ facile parlare delle proprie paure, ma dovevamo raccontare per dare l’idea di un Paese dove tutti sono armati e dove la morte, ancora, e’ dietro l’angolo, ogni momento. Non sono abituato ad esagerare, i rischi li metto in conto, ma stavolta avete seriamente rischiato di perdere questo blog. Per sempre.

:: laura 5:48 AM [+] ::
...

This page is powered by Blogger. Isn't yours?