:: NO_WAR_IN_IRAQ ::

GUERRA A BAGDAD_ favorevoli e contrari si fanno guerra sul Web. E voi? Come la pensate?
:: welcome to NO_WAR_IN_IRAQ Black :: bloghome | SCRIVI |
LASCIA UN COMMENTO ::
Blog segnalato da IlMessaggero
[::..archive..::]
[::..LINK..::]
:: Webcam su Bagdad[>]
:: inVisibile [>]
:: Giornalarisinasce [>]
:: GaffedisOnorevoli[>]
:: GuerraDimenticata[>]
:: Diario da Kabul [>]
:: Chatmania [>]
:: la Tribu' [>]
:: Dietro il Tg [>]
:: CnnItalia [>]
:: Aljazira [>]
:: Asharqalawsat [>]
:: IslamWeb [>]
:: laRepubblica.it [>]
:: NandoTimes [>]
:: Janes.com [>]
:: WorldNews [>]
:: WarNews [>]
:: Emergency [>]
::TACCUINO
20 MARZO
Alle 3,40 ora locale iniziano i bombardamenti su Baghdad
Cronologia degli eventi
I discorsi di Bush e Saddam
27 GENNAIO
Il capo ispettore Hans Blix presenta all'Onu il suo rapporto
29 GENNAIO
Il Consiglio di Sicurezza Onu discute il rapporto Hans Blix
31 GENNAIO
Blair incontra Bush a Camp David per colloqui sull'Iraq
IN PILLOLE
La risoluzione 1441 approvata dall'Onu il 4/11/02 sottolinea che l'Iraq e' e rimane in ''violazione materiale'' degli obblighi imposti dalle precedenti risoluzioni e offre a Bagdad l'ultima opportunita'

Sara' considerata un'ulteriore violazione qualsiasi inteferenza nelle ispezioni, ma anche qualsiasi falsita' od omissione contenuta nel rapporto iracheno consegnato il 7 dicembre
CHI E'HANS BLIX: L'UOMO CHE HA LE CHIAVI DELLA GUERRA
Uno dei due capi ispettori. Svedese, avvocato, tre lauree in diritto internazionale conseguite in tre nazioni (Szevia, Usa e Inghilterra), lavora nella diplomazia svedese e internazionale dal 1963. Leggi [>]
MAPPA
La mappa interattiva del conflitto [>]
DAL SATELLITE
Bagdad in diretta dallo spazio[>]
IL TESTO DELLA RISOLUZIONE ONU 1441
Venerdi' 8 novembre 2002, intorno alle 10.00 ora di New York, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all'unanimita' la risoluzione 1441 (2002) che impone all'Iraq le nuove condizioni per la ripresa delle ispezioni sui suoi armamenti di distruzione di massa.
Leggi IL TESTO[>]

:: Saturday, May 17, 2003 ::

''Salvate il soldato Jessica'',
tra realtà e fiction >>

:: laura 4:15 AM [+] ::
...
:: Friday, May 16, 2003 ::


LE NOTIZIE
La Baghdad liberata

Retate, manifesti e minacce nell'Iraq del dopo Saddam. Questa mattina le forze Usa hanno arrestato 50 saccheggiatori. Tra loro anche bambini di dieci anni. Contro i predoni si usano anche manifesti affissi per le strade che gridano «Cessate di saccheggiare e di rubare».
Intanto, per le vie di Baghdad cambiano i nomi dei quartieri, ma l'aria che si respira, densa di minacce e priva di libertà, resta la stessa. Durante la preghiera del venerdì a Baghdad, nel popoloso quartiere sciita di Sadr City (ex Saddam City), l'Imam sciita, Mohammad al Fartussi, minaccia le donne «peccatrici, i venditori di alcol e i cinema» delle peggiori conseguenze se non abbandonano le loro pratiche «entro una settimana». E conferma il timore di molti: l'Iraq deve essere guidato da religiosi e non da «partiti laici».
Altri, invece, in nome del Dio curdo, abbandonano le armi e scelgono la strada della politica: in un comunicato il Partito della Rivoluzione Curda Hezbollah annuncia di sciogliere le proprie milizie armate, ritenendo di «avere raggiunto i suoi obiettivi con la liberazione dell'Iraq».


Il dopo Saddam al tavolo dei Grandi. Usa e Germania a colloquio:''le sanzioni non hanno piu' senso''.
BERLINO
- Colin Powell, in visita a Berlino, cerca di ricucire i rapporti con la Germania dopo lo strappo causato dalla crisi irachena. Due i punti affontati nel colloquio con il cancelliere Gerhard Schroeder: le ispezioni delle Nazioni Unite in Iraq che secondo Powell non devono proseguire visto che la coalizione anglo-americana ha «il pieno controllo» del terreno e la revoca delle sanzioni Onu all'Iraq. Su quest'ultimo punto, il cancelliere Schroeder ha detto stamane di essere sostanzialmente d'accordo. Dall'altra sponda dell'Oceano gli Stati Uniti hanno presentato una nuova versione della loro proposta di risoluzione Onu sull'Iraq, che, sostenuta anche da Londra e Madrid, conserva il principio della revoca delle sanzioni e un ruolo predominante di Stati e Uniti e Gran Bretagna in quanto potenze occupanti. L'incarico del coordinatore dell'Onu viene leggermente rafforzato, ma i suoi compiti continuano a rimanere vaghi.
In vendita, a 5,95$, sul Web, le carte dei ''most wanted'' leader dell'Iraq >>

:: laura 8:00 AM [+] ::
...

This page is powered by Blogger. Isn't yours?