:: NO_WAR_IN_IRAQ ::

GUERRA A BAGDAD_ favorevoli e contrari si fanno guerra sul Web. E voi? Come la pensate?
:: welcome to NO_WAR_IN_IRAQ Black :: bloghome | SCRIVI |
LASCIA UN COMMENTO ::
Blog segnalato da IlMessaggero
[::..archive..::]
[::..LINK..::]
:: Webcam su Bagdad[>]
:: inVisibile [>]
:: Giornalarisinasce [>]
:: GaffedisOnorevoli[>]
:: GuerraDimenticata[>]
:: Diario da Kabul [>]
:: Chatmania [>]
:: la Tribu' [>]
:: Dietro il Tg [>]
:: CnnItalia [>]
:: Aljazira [>]
:: Asharqalawsat [>]
:: IslamWeb [>]
:: laRepubblica.it [>]
:: NandoTimes [>]
:: Janes.com [>]
:: WorldNews [>]
:: WarNews [>]
:: Emergency [>]
::TACCUINO
20 MARZO
Alle 3,40 ora locale iniziano i bombardamenti su Baghdad
Cronologia degli eventi
I discorsi di Bush e Saddam
27 GENNAIO
Il capo ispettore Hans Blix presenta all'Onu il suo rapporto
29 GENNAIO
Il Consiglio di Sicurezza Onu discute il rapporto Hans Blix
31 GENNAIO
Blair incontra Bush a Camp David per colloqui sull'Iraq
IN PILLOLE
La risoluzione 1441 approvata dall'Onu il 4/11/02 sottolinea che l'Iraq e' e rimane in ''violazione materiale'' degli obblighi imposti dalle precedenti risoluzioni e offre a Bagdad l'ultima opportunita'

Sara' considerata un'ulteriore violazione qualsiasi inteferenza nelle ispezioni, ma anche qualsiasi falsita' od omissione contenuta nel rapporto iracheno consegnato il 7 dicembre
CHI E'HANS BLIX: L'UOMO CHE HA LE CHIAVI DELLA GUERRA
Uno dei due capi ispettori. Svedese, avvocato, tre lauree in diritto internazionale conseguite in tre nazioni (Szevia, Usa e Inghilterra), lavora nella diplomazia svedese e internazionale dal 1963. Leggi [>]
MAPPA
La mappa interattiva del conflitto [>]
DAL SATELLITE
Bagdad in diretta dallo spazio[>]
IL TESTO DELLA RISOLUZIONE ONU 1441
Venerdi' 8 novembre 2002, intorno alle 10.00 ora di New York, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all'unanimita' la risoluzione 1441 (2002) che impone all'Iraq le nuove condizioni per la ripresa delle ispezioni sui suoi armamenti di distruzione di massa.
Leggi IL TESTO[>]

:: Friday, February 14, 2003 ::

++ BREAKING NEWS ++
IN KUWAIT E' INIZIATO LO SPOSTAMENTO DELLE PIATTAFORME PETROLIFERE

USA, BENE PROGRESSI MA SERVE DISARMO
Il segretario di Stato americano Colin Powell ha commentato positivamente al Consiglio di Sicurezza i progressi fatti dagli ispettori Onu in Iraq ma ha detto: «Il problema è il disarmo dell'Iraq. La risoluzione 1441 non riguarda le ispezioni, ma il disarmo dell'Iraq». E aggiunge: La minaccia dell'uso della forza deve restare, anche se è «l'ultima risorsa».
Il ministro degli Esteri britannico: «Spero e rimango convinto che una soluzione pacifica sia ancora possibile, ma occorrono cambiamenti drastici da parte di Saddam Hussein».
In sintesi il rapporto degli ispettori Onu presentato oggi al Consiglio di Sicurezza: non hanno trovato armi di distruzione di massa, anche se non possono escludere lapossibilità che tali armi esistano nel Paese. Mancano pero' all'appello armi proibite e non ci sono prove convincenti che tali armi siano state distrutte.

IL PERCORSO DELLA PACE A ROMA
Il corteo, dopo il raduno alle 14 in piazzale Ostiense, percorrerà Porta San Paolo, viale Aventino, via dei Cerchi, piazza Bocca della Verità, via Petroselli, via Teatro Marcello, piazza del Campidoglio,( dove si raduneranno gli amministratori provenienti da tutta Italia), piazza Venezia, piazza Santi Apostoli, via IV Novembre, via Nazionale, via Quattro Fontane, piazza Barberini, via Barberini, largo Santa Susanna, piazza della Repubblica, piazza dei Cinquecento, via Cavour, piazza Santa Maria Maggiore, piazza Esquilino, via Merulana e via Labicana, per concludersi in piazza San Giovanni, dove fino alle 21 si alterneranno gli interventi dal palco.
:: laura 9:30 AM [+] ::
...
++ BREAKING NEWS ++
Blix: "Le foto di Powell non sono prove chiare"
La relazione del capo degli ispettori in Iraq all'Onu. "Non abbiamo trovato armi di sterminio, ma Saddam ha dei missili vietati dalle Nazioni Unite". Poi le critiche al segretario di Stato Usa
Fonte: Repubblica.it
:: laura 8:34 AM [+] ::
...
++ BREAKING NEWS ++
Saddam: fuorilegge le armi di distruzione di massa

L'Iraq non possiede armi di massa e Saddam Hussein ha firmato un decreto che ne proibisce la produzione e l'importazione. Lo ha detto venerdì lo stesso leader iracheno, all'Ina, l'agenzia ufficiale di Stato.
Fonte: Cnn
:: laura 5:31 AM [+] ::
...
IRAQ: D-DAY
IL MONDO IN ATTESA DEL RAPPORTO BLIX


NEW YORK - dieci ministri degli esteri, tra cui il segretario di Stato Colin Powell, saranno all'Onu per ascoltare il rapporto del capo degli ispettori Hans Blix che potrebbe segnare per il mondo lo spartiacque tra la pace e la guerra. Blix parlerà in seduta pubblica in un Palazzo di Vetro circondato da antenne televisive e da poliziotti in assetto di guerra. Nel suo rapporto, secondo indiscrezioni della vigilia, concluderà che Baghdad non ha collaborato in pieno per garantire un effettivo disarmo. I missili Al Samoud (che gli esperti internazionali hanno trovato in violazione degli obblighi imposti dopo la Guerra del Golfo) saranno un punto fermo del dossier che per gli Stati Uniti e la Gran Bretagna dovrebbe aprire la strada a una seconda risoluzione, quella decisiva. Quella che dà luce verde all'invasione dell'Iraq.
Fonte: Top News
:: laura 2:24 AM [+] ::
...
:: Thursday, February 13, 2003 ::

GUERRA, SI PUO' DIRE ''NO''?
La guerra delle bandiere in città. La pace dei sensi in Parlamento. E il silenzio in Tv.

Italia. Vietato issare le bandiere delle pace sui palazzi comunali. Si rischia il reato di vilipendio. Il voto sulla guerra rinviato in Parlamento. E niente diretta televisiva sabato per la marcia sulla pace.

Mondo. Bush chiama e l'Europa si spacca. A Bruxelles Francia, Germania e Belgio ripetono il loro ''no'' all'azione militare in Turchia, preludio alla guerra. Il jolly Bin Laden torna a farsi sentire nella partita della guerra a tutti i costi. Ma Berlino frena sulla veriditictà dell'ultimo grido di Osama. Domani gli ispettori Onu riferiranno sui controlli in Iraq. Rilevate violazioni sulla gittata dei missili iracheni. Il Consiglio di Sicurezza Onu si riunirà il 18 febbraio per un dibattito pubblico, a quattro giorni dal rapporto degli ispettori. Si riunirà, ma non unito. Francia, Germania e Russia dalla parte del ''no'' alla guerra. Usa, Gran Bretagna, Spagna e Brasile per il ''si''.

Intanto la Chiesa si muove. E con l'inviato del Papa arriva fino a Baghdad.
E se il Papa si trovasse a Baghdad il D-Day? Qualcuno si fermerebbe?

 

:: laura 1:32 AM [+] ::
...
:: Tuesday, February 11, 2003 ::

CRISI IRAQ: NATO E EUROPA SPACCATE IN DUE
Francia, Germania e Belgio pongono il veto alla richiesta americana di mobilitare la Nato per rafforzare la difesa della Turchia in vista dell'attacco all'Iraq.
Per la prima volta nella storia della Nato, un paese dell'Alleanza - la Turchia - invoca formalmente l'Articolo 4 del Trattato del Nord Atlantico, quello che impone consultazioni continue in caso di potenziale minaccia militare esterna. La Grecia, stato presidente di turno dell'Ue, ha indetto un vertice straordinario degli stati membri per il prossimo 17 Febbraio. Mentre la russia di Putin è sempre piu' vicina a Francia e Germania.
La Nato si spacca, l'Europa pure. I capi di stato e di governo di otto paesi europei - Gran Bretagna, Spagna, Italia, Portogallo, Ungheria, Polonia, Danimarca e Repubblica Ceca - hanno dichiarato di appoggiare gli Stati Uniti nella battaglia per disarmare l'Iraq, sostenendo che la credibilità delle Nazioni Unite è ormai al limite. Gli otto leader hanno firmato un appello in cui chiedono unità e coesione. La lettera degli Otto è stata inviata senza che la Grecia, presidente di turno dell'Ue fosse stata informata.
L'Europarlamento intanto ha adottato, con 287 voti a favore, una risoluzione che dice che le violazioni 'attualmente individuate dagli ispettori non giustificanò un'azione militare contro l'Iraq.


:: laura 3:45 AM [+] ::
...

This page is powered by Blogger. Isn't yours?