:: NO_WAR_IN_IRAQ ::

GUERRA A BAGDAD_ favorevoli e contrari si fanno guerra sul Web. E voi? Come la pensate?
:: welcome to NO_WAR_IN_IRAQ Black :: bloghome | SCRIVI |
LASCIA UN COMMENTO ::
Blog segnalato da IlMessaggero
[::..archive..::]
[::..LINK..::]
:: Webcam su Bagdad[>]
:: inVisibile [>]
:: Giornalarisinasce [>]
:: GaffedisOnorevoli[>]
:: GuerraDimenticata[>]
:: Diario da Kabul [>]
:: Chatmania [>]
:: la Tribu' [>]
:: Dietro il Tg [>]
:: CnnItalia [>]
:: Aljazira [>]
:: Asharqalawsat [>]
:: IslamWeb [>]
:: laRepubblica.it [>]
:: NandoTimes [>]
:: Janes.com [>]
:: WorldNews [>]
:: WarNews [>]
:: Emergency [>]
::TACCUINO
20 MARZO
Alle 3,40 ora locale iniziano i bombardamenti su Baghdad
Cronologia degli eventi
I discorsi di Bush e Saddam
27 GENNAIO
Il capo ispettore Hans Blix presenta all'Onu il suo rapporto
29 GENNAIO
Il Consiglio di Sicurezza Onu discute il rapporto Hans Blix
31 GENNAIO
Blair incontra Bush a Camp David per colloqui sull'Iraq
IN PILLOLE
La risoluzione 1441 approvata dall'Onu il 4/11/02 sottolinea che l'Iraq e' e rimane in ''violazione materiale'' degli obblighi imposti dalle precedenti risoluzioni e offre a Bagdad l'ultima opportunita'

Sara' considerata un'ulteriore violazione qualsiasi inteferenza nelle ispezioni, ma anche qualsiasi falsita' od omissione contenuta nel rapporto iracheno consegnato il 7 dicembre
CHI E'HANS BLIX: L'UOMO CHE HA LE CHIAVI DELLA GUERRA
Uno dei due capi ispettori. Svedese, avvocato, tre lauree in diritto internazionale conseguite in tre nazioni (Szevia, Usa e Inghilterra), lavora nella diplomazia svedese e internazionale dal 1963. Leggi [>]
MAPPA
La mappa interattiva del conflitto [>]
DAL SATELLITE
Bagdad in diretta dallo spazio[>]
IL TESTO DELLA RISOLUZIONE ONU 1441
Venerdi' 8 novembre 2002, intorno alle 10.00 ora di New York, il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato all'unanimita' la risoluzione 1441 (2002) che impone all'Iraq le nuove condizioni per la ripresa delle ispezioni sui suoi armamenti di distruzione di massa.
Leggi IL TESTO[>]

:: Thursday, January 30, 2003 ::

OTTO LEADER EUROPEI APPOGGIANO BUSH E L'UE SI SPACCA
I capi di stato e di governo di otto paesi europei - Gran Bretagna, Spagna, Italia, Portogallo, Ungheria, Polonia, Danimarca e Repubblica Ceca - hanno dichiarato di appoggiare gli Stati Uniti nella battaglia per disarmare l'Iraq, sostenendo che la credibilità delle Nazioni Unite è ormai al limite. Gli otto leader hanno firmato un appello in cui chiedono unità e coesione.
BUSH RINGRAZIA..
Il presidente americano George Bush ha detto di essere «molto grato» al presidente del consiglio Silvio Berlusconi per aver firmato la lettera, insieme ad altri leader europei, di sostegno agli Stati Uniti nel tetativo di disarmare l'Iraq.
..E L'EUROPA SI SPACCA...
La lettera degli Otto è stata inviata senza che la Grecia, presidente di turno dell'Ue fosse stata informata. L'Europarlamento intanto ha adottato, con 287 voti a favore, una risoluzione che dice che le violazioni 'attualmente individuate dagli ispettori non giustificanò un'azione militare contro l'Iraq.
..MENTRE NEGLI USA LA POESIA PACIFISTA VIENE IMBAVAGLIATA
La Casa Bianca mette al bando la poesia dei pacisti. Washington ha infatti cancellato l'incontro sull'opera diEmily Dickinson, Langston Hughes e Walt Whitman, fissato per il prossimo 12 febbraio, nel salotto letterario che, fra gli applausi di molti intellettuali e letterati anche liberal, mesi fa aveva istituito da Laura Bush. La mossa è stata dettata dal timore che alcuni poeti di loro potessero trasformare il seminario in una protesta anti-guerra.

Otto paesi europei appoggiano Bush. E polverizzano due organizzazioni internazionali di cui sono parte: l'Unione Europea e l'Onu. C'è un ordine superiore ad ogni accordo, trattato e comunanza di cultura. E' quello stabilito dagli Usa, collaudati a stravolgere le regole di diritto internazionale, creare una nuova accezione di guerra, quella preventiva, e a riscrivere di fatto, attraverso la tipologia normativa della ''consuetudine'', la normativa in materia di guerra. Si sta creando un precedente pericoloso. Quello della guerra a tutti i costi, sganciata dalle regole Onu. Mi chiedo: se un giorno il Giappone si svegliasse e decidesse di bombardare la Cina perché considerata ''pericolosa'', con quali strumenti normativi la comunità internazionale potrebbe fermarlo?


:: laura 5:55 AM [+] ::
...
I VOSTRI INTERVENTI
IL MALE CONTRO IL BENE

Il presidente degli Stati Uniti di America sta decidendo ,o almeno pensa,le sorti della terra!
Con La "Sua" strage compiuta l'11 Settembre,ridendo per alcuni secondi sulle macerie delle torri,come erroneamente trasmesso in diretta,sta portando a fine il suo malefico progetto.Chiaramente non e' il solo dietro questo paravento di Dio come ha esordito prima di attacare l'Afghanistan.In nome di Dio! Disse!quale Dio?Ha scritto nella storia la lotta del bene contro il male , invertendo ironicamente i ruoli!Lui e' il giudice,e lui e' il Boia!Si organizzano marce della pace per far finire le sporche guerre del denaro del petrolio,si tante ,ma uesta e' l'ultima guerra,o me glio l'inizio del terrore!Risiko e' completato,tutti gli stati sono sotto il dominio USA e anche se Parte dei paesi Europei si dissocia,Ben pochi hanno la forza del ricatto di morte che sta seminando il Re del Male.Ricordo bene le sue parole"Non crescera' piu erba negli stati di coloro resposabili della strage o di coloro che non collaboreranno con noi".Un ricatto al mondo intero ,un pretesto di conquista senza mezzi termini in baffo all'ONU e a tutti.Da quell'11 settembre la vita e' cambiata.Giornalmente si vive in un clima di terrore che a tamburo battente ,in tv,nei periodici,nelle pubblicita',al cinema,semina panico nella gente comune.Facile convincere tutti che bisogna difendersi ...ma da chi??chi sono i terroisti che minacciano la pace nel mondo? chi sono??chi ha un'ideale di Pace?chi vuole integra la sua liberta ,di pensiero e di espressione ??No..!!Sono loro i Guerrieri che stanno infangando anche il Nome di Dio.S.Agata per la prima volta e' stata "inaugurata"all'innanzi della bandiera Americana e dai suoi Pompieri.Siamo alla resa dei conti cari amici !Si,tanti sono i problemi che ci affliggono tanti ma quale piu' grande di questo.La posta in gioco e' grande ne va della nostra liberta'.Ormai hanno la strada spianata per il targuardo e non capisco come si possa ancora pensare alla pace quando piu' di 200.000 soldati sono gia pronti??che fanno tornano senza refurtiva??o salutano saddam scusandosi per il disturbo??Sono la pronti a seminare la morte come in Afghanistan e come tante altre guerre.Sono sempre loro sempre.Bem èpoco si dice di tutte le proteste in America contro la politica del terrore che Busch sta cinicamente
portando avanti.Ben poco interessa delle migliaia di morti senza nome,ma molto importa del soldato ucciso dal fuoco amico.!! A kabul i pochi americani che ci hanno messo piede sparavano ai cammelli scambiandole per jeep,e acarovane di nomadi.Comunque vinceranno questa battaglia ,ma non vinceranno la GUERRA se saremo tutti uniti9 per difendere i nostri diritti.Sono loro i predicatori della pena di morte,,e' questo il Bene?Viviamo o meglio sopravviviamo nella nazione che per prima ha dichiarato guerra affiancandosi al terrore.Senza avere un'esercito o altro niente ,siamo stati i primi come gli unici a manifestare a Roma con le bandiere aMericane.Siamo tanti nel mondo che non la pensano come loro e non ci stiamo a vivere nella loro cultura di consumismo e violenza.Hanno deciso di dare il Prozac ai bambini di 7 anni in modo da drogarli sin da piccoli,come hanno distribuito LSD a fiumi per cancellare gli ideali del 68.Siamo tanti e possiamo difenderci se vogliamo!Difendiamo i nostri diritti e le nostre idee senza perdere di vista gli obbiettivi!Se tutti VOGLIONO questo mondo migliore non basta gridarlo solamente!Tra non molto dovremmo pensare alla liberta'e noi italiani,per caso,saremo i primi a tastare con mano i fatti.Gia viviamo sotto l'occhio vigile dei poteri di stato e lo sappiamo bene,specialmente nella dilaniata Sicilia.Si proprio in sicilia saranno le prime problematiche,in quanto il territorio e' molto piu' semplice da gestire!Non a caso la prima Fabbrica Fiat a Cedere ep' stata termini merease.Ma ditemi....quanti catanesi aspettavano il Nostro presidente del consiglio?Mi riferisco a quelli che tanto lo beffano !!! Nessuno poche decine!Molte di piu' Le Donne di termini:Per fortuna non c'erano gli altri catanesi ovvero quelli che inseguono tutte le promesse. Ma non voglio divagare dal problerma reale e Imminente La Guerra!Si non possiamo Evitarla Chiaro ma almeno gridiamo il dissenso e la rabbia se ne abbiamo,e facciamo valere i diritti della liberta che ci Vogliono levar e.
Ciao a tutti.
Maurizio.
:: laura 1:29 AM [+] ::
...
:: Wednesday, January 29, 2003 ::
SA-DDA-M’AZZA’
BUSH PARLA ALLA NAZIONE


Nel suo discorso sullo stato dell'Unione, George W. Bush ha preparato il paese alla guerra. Bush ha parlato di "giorni decisivi" e ha aggiunto che Saddam Hussein ha perso "l'ultima opportunità" disprezzando il lavoro degli ispettori delle Nazioni Unite.
Intanto il governo italiano ha dato il via libera all'utilizzo delle basi sul territorio del nostro Stato agli aerei americani per «motivi tecnici» in vista di un eventuale attacco all'Iraq.

:: laura 8:41 AM [+] ::
...
:: Tuesday, January 28, 2003 ::
BLIX, BAGHDAD COLLABORA NELLA FORMA, NON NELLA SOSTANZA

Nel suo rapporto all'Onu il capo degli ispettori dell'Unmovic Hans Blix ha criticato l'Iraq per una collaborazione ''non genuina'' con i suoi esperti ma ha detto anche che il 14 febbraio tornerà al Palazzo di Vetro per fare di nuovo rapporto e che finora non ha trovato prove per convalidare la tesi Usa che Baghdad si sta in segreto riarmando. Anche se lo aveva fatto di recente, ieri Blix non ha chiesto esplicitamente più tempo all'Onu.

I DUBBI DI BLIX
Blilx ha inoltre dubbi sulla sorte del letale gas nervino Vx, su due tonnellate di sostanze usate per la coltura di agenti batteriologici, su 550 proiettili di artiglieria riempiti di gas mostarda, su 6500 ogive chimiche: la sua relazione è stata una litania di interrogativi irrisolti.

E L'ONU?
Il segretario generale dell'Onu Kofi Annan, ha esortato il Consiglio a prorogare il mandato degli ispettori e ha avuto il consenso di Cina, Francia e Russia, tre dei cinque membri permanenti con diritto di veto.

POWELL: IL TEMPO E' POCO
Il presidente americano George W. Bush, anche se non pensa che le ispezioni siano utili, ha dato il suo assenso ad una loro continuazione ma non ha detto per quanto tempo: ha fatto dire al suo segretario di stato Colin Powell che ''il tempo è poco''. Nei prossimi giorni riceverà i suoi più fidi alleati, fra cui il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, il premier spagnolo Aznar e quello britannico Tony Blair.

STRAW: L'IRAQ VIOLA LA RISOLUZIONE 1441
Il ministro degli esteri britannico, Jack Straw, ritiene che vi siano''meno probabilità'' di arrivare a una soluzione pacifica della crisi perchè Baghdad, ''a oggi viola in modo sostanziale'' la risoluzione 1441. La guerra tuttavia, ha aggiunto, «non è ancora inevitabile», ma a condizione che Baghdad «cooperi in modo completo e attivo con gli ispettori». «L'Iraq ha ancora l'occasione di sottomettersi» alla volontà dell'Onu -ha quindi concluso Straw.
:: laura 3:16 AM [+] ::
...

This page is powered by Blogger. Isn't yours?